29 maggio 2014

Casco Givi X.01 Tourer


Ho sempre apprezzato Givi per i suoi prodotti legati al turismo, e negli anni ho usato tante loro borse da moto. Ero quindi curioso di provare anche un casco con lo stesso marchio, per capire quanto l'azienda bresciana riesca a stare al passo con un prodotto su cui la concorrenza non manca certo. Per la mia prova ho scelto il modello X.01 Tourer, top di gamma con la versatilità che solo i modulari riescono a dare.


Sì, perché se una volta ti potevi permettere di avere più di un casco nelle sue varianti, dall'integrale al jet, oggi fa invece gioco avere un unico prodotto da usare tutto l'anno. Senza contare che dopo 5 anni di utilizzo è sempre raccomandabile cambiare il casco, per mantenere le omologazioni di sicurezza originali. Givi X.01 Tourer si propone sia per un utilizzo invernale che estivo, e proprio per questo è doppiamente omologato. A fianco lo vediamo nella versione Jet, che mostra anche gli interni in materiale anallergico, e completamente rimovibili per il classico lavaggio di fine stagione. Nella confezione sono presenti anche due tappi, per coprire le feritoie della mentoniera, quando in assetto jet.




La mentoniera si estrae tramite due levette interne, che non sono proprio comode da sganciare, sopratutto a casco nuovo, poi l'operazione diventa sempre più facile. Al centro, si vedono distintamente le due prese d'aria, regolabili singolarmente.


Quando invece viene rimosso lo spoiler superiore, con un pratico attrezzo in dotazione, rimangono liberi due fori in alto, e lo sgancio della visiera perde la sua cornice. In questo caso i tappi sono opzionali, e vanno acquistati a parte. Così come l'eventuale lente anti appannamento Pinlock, che ha già la predisposizione sulla visiera antigraffio.






La vista dall'alto mette in mostra le prese d'aerazione, con l'apertura gestita da due cursori che avrei preferito ancora più in rilievo, per un più facile accesso con i guanti.










Il comando del visierino parasole è piuttosto comodo, con un movimento al contrario, perché occorre spingere verso l'alto per abbassare il visierino e viceversa. Lo sgancio della visiera per la pulizia propone invece un sistema piuttosto macchinoso, chiaramente legato alla struttura elaborata della parte superiore ancorata allo spoiler.






Sul retro sono in evidenza i due estrattori d'aria: aggiungono anche una certa grinta al casco, che piace per la qualità delle grafiche scelte, a cui avrei forse aggiunto dei punti riflettenti.
L'aerazione si è mostrata ottima, richiedendo quasi un sottogola per limitare l'aria in entrata dalla mentoniera a velocità autostradali.









Il comfort acustico ovviamente risente della struttura composta da più elementi di questo casco, realizzato in materiale tecnopolimero. Anche se poi nell'uso, questo Givi si porta con piacere per ore, e si lascia apprezzare per la qualità del cinturino a sgancio micrometrico: anche dopo tanti chilometri alla guida non stringe alla gola, come su qualche prodotto concorrente ben più caro.



E proprio questo è forse l'aspetto che rende interessante lo X.01 Tourer: il prezzo. Con meno di 200 euro ci si porta a casa un casco versatile da usare tutto l'anno, comunque realizzato con gli standard a cui Givi ci ha abituato, e che anche per questa tipologia di prodotto immagino destinati a crescere, anno dopo anno.

Nessun commento:

Posta un commento