21 maggio 2014

Giacca Acerbis High Led



Dopo il casco, è la giacca il capo di abbigliamento con cui di solito pesa nella scelta dei nostri accessori. E tra le tante in commercio, la High Led si mostra con una personalità interessante.

Porta il marchio Acerbis, azienda tutta italiana, con sede vicino a Bergamo, che quest'anno propone un bel catalogo da cui scegliere qualcosa di nuovo.

Il nome di questa giacca si traduce come 'Led ad alta visibilità', e una volta indossata di sera il significato è chiaro.




Ma andiamo con ordine, la giacca si presenta con una unica colorazione, è realizzata in nylon poliammide con rinforzi in oxford e tessuto elasticizzato nel bordo inferiore e sui gomiti, e ti permette di regolare le maniche all'altezza dei bicipiti, del giro vita e dei polsi. Su avanbraccia e spalle sono presenti di serie le protezioni, mentre sul retro è alloggiato un paraschiena in schiuma.




Tante le tasche a disposizione, importanti perché quando scendi dalla moto devi aver il tuo mondo addosso. E allora eccone quattro davanti e un tascone posteriore, veramente pratico per mettere i documenti della moto, oppure una cartina. Tutte queste tasche sono impermeabili e con chiusura 'antidiluvio', che non guasta mai.





All'interno, ci sono invece una tasca e un alloggiamento per il cellulare. Contando invece gli strati, abbiamo la membrana antivento e antipioggia a cui segue lo strato trapuntato per il freddo più intenso. Tre strati e quindi tre cerniere adeguatamente separate, in modo da evitare inopportune sovrapposizioni che non sai come gestire quando ti devi coprire rapidamente, perché fino all'ultimo speravi che non venisse a piovere.




Immaginando invece il problema opposto, vale a dire grande caldo, ecco due cerniere frontali e due posteriori, che aperte sono in grado di dare sollievo durante il nostro viaggio.







Arriviamo al pezzo forte di questa giacca: la visibilità. Diverse superfici riflettenti, davanti, sulle braccia e dietro, permettono di essere visti di notte. Ma la novità è data dalla presenza di tre strisce luminose, presenti su spalle e schiena, costituite da Led a luce blu. Sono alimentati da due batterie stilo di tipo AA, e possono mantenere una luce fissa, oppure due tipi di intermittenza per una ulteriore visibilità. Il tutto comandato da un interruttore alloggiato nella tasca interna, che può essere facilmente staccato in caso di pulizia della giacca.



A proposito di pulizia, la giacca non può essere lavata in lavatrice per non rovinare l'apparato luminescente. Un dettaglio che non penalizza l'impatto visivo di questo sistema. Basta accenderlo quando inizia a diventare buio, ed ecco che ci si trasforma motociclisti di un altro mondo. Sì, perché tutti iniziano a guardarti, a conferma che le strisce luminose riescono a darti migliore visibilità.



In particolare le due strisce sulle braccia sono particolarmente visibili, ancora di più con l'intermittenza, da usare in caso di maltempo durante il giorno. In Acerbis spiegano, che anche il colore blu chiaro delle strisce luminose non è casuale, frutto di studi che alla fine hanno portato a questa scelta, comunque gradevole anche dal punto di vista estetico. 



E la giacca è proprio bella da vedere e indossare, provata per i soliti 1.000 km, si è dimostrata morbida anche dopo tante ore alla guida. Una valida compagna di viaggio, pratica, con quella lunghezza che ti permette di indossarla su qualunque moto. Un dettaglio importante, visto che potresti cambiare moto, prima di cambiare questa giacca.

Nessun commento:

Posta un commento